mercoledì 9 aprile 2008

Arte e politica




Milly D’Abbraccio in lista per il partito socialista nel nono e decimo Municipio della capitale, promette facce nuove in politica e fa affiggere manifesti con in bella mostra il suo “ sederino “ . Il partito socialista non è stato entusiasta dell’iniziativa , ma evidentemente , ha chiuso un occhio , anche perché magari uno per vedere quel bello spettacolo era necessario.
Così sui muri dei quartieri Appio, Tuscolano e Cinecittà di Roma è attaccato un manifesto: "basta con queste facce da c...". La stessa Milly D'Abbraccio, insieme a Riccardo Schicchi, e due ragazzi incaricati all'affissione, è scesa per strada a tappezzare i muri : unico auto limite imposto , i severi muri del Vaticano !
Alcuni passanti ( specialmente di sesso maschile ) hanno apprezzato con curiosa morbosità la bella foto , ma già circolano voci inviperite , specialmente di donne che rivendicano la par-condicio .
Speriamo che Rutelli non raccolga la sollecitazione e notte tempo faccia tappezzare Roma di personali “ attributi virili”.
Sta nascendo comunque una simpatica discussione negli ambienti culturali del paese : dobbiamo valutare il manifesto di Milly D’Abbraccio come foto artistica , come simpatica ironia visiva o siamo forse in presenza di un forte messaggio elettorale alla nazione ? Ma quale ?

Il 13 e 14 aprile giù le mutande .

Nessun commento:

Quanti siamo ?