lunedì 28 aprile 2008

" I fidanzatini " - disegno a matita ( 1959) -pittore Guidi Gino




Una volta , nel secolo scorso era frequente in Toscana sentire questa frase detta da un giovane ; “ vado a fare l’amore “ . Non scherziamo , niente pensieri “ hard “ . Un innocente detto che indicava la semplice visita serale alla fidanzata , quando al massimo , di fronte a guardinghi genitori venivano scambiate solo languide occhiate e nel finale , sulle scale o in un buio portone ,poteva scapparci un fugace bacetto , mentre rimbombava la solita inquietante frase : “ cosa fate ? “.
Per “i fidanzatini “ la serata spesso passava intorno ad un tavolo insieme ai genitori della ragazza con un po’ di vino ,un mazzo di carte e qualche sigaretta mentre nella vecchia cucina economica a legna bolliva l’acqua per le “ bombole “ da letto ed odorose arrivavano a cotture sugose mele .

Uno schizzo a matita su carta trovata chissà dove può raccontare la storia di una vita che ha dato origine ad una lunga e nutrita dinastia di “ nuovi milanesi “ ? Si , se l’artista è Guidi Gino , se la serata è quella giusta , se i soggetti sono la figlia Marisa Guidi ed il fidanzato ( futuro coniuge ) Alfonso Di Martino.
In quei momenti fortunati la matita è una sensibile antenna che riesce a captare le misteriose vibrazioni che mettono in contatto l’artista con il suo soggetto , in questo caso profetizzando un felice futuro .
Vi assicuro che guardando il rapido schizzo ancora dopo 50 anni i volti parlano , la carta restituisce il tempo passato in una armonia di suoni ,profumi , voci .
Solo nei nostri pensieri ?

Nessun commento:

Quanti siamo ?