martedì 15 aprile 2008

La memoria di Marilyn Monroe è un bene culturale mondiale.



Ho letto sul New York Post di ieri 14 aprile 2008 un articolo (HARDCORE MARILYN FBI'S MONROE SEX FLICK SOLD FOR $1.5M By HASANI GITTENS ) che ha solleticato le fantasie voyageristiche di tutto il mondo.
E’ stato venduto ad un uomo d’affari di New York , forse un appassionato collezionista , un vecchissimo film casereccio dai risvolti molto hard e per certi aspetti anche inquietanti.
Nel filmato si vede la giovanissima Marilyn intenta ad eseguire una prestazione sessuale ( sesso orale ) , ma non si vede il fortunato …. che astutamente ha fatto in modo , o preteso , di rimanere anonimo.
Il filmato , della durata di pochi minuti non avrebbe niente di straordinario dal momento che la giovanissima attrice all’epoca
era molto probabilmente una delle tantissime giovani in cerca di un casting e disposte a subire le solite avances sessuali da parte di registi e produttori di Hollywood.

Ma la futura grande attrice ebbe negli anni successivi “incontri ravvicinati “ con i potentissimi e futuri Presidenti John e Bob Kennedy ed il filmato finì , come elemento prezioso per possibili ricatti , nelle mani di uomini dell’FBI che pensavano di riconoscere nell’uomo , uno dei Kennedy.
Il tempo sopisce tanti bollori , di qualunque tipo , oggi il filmetto finirà , si dice , in cassaforte del collezionista che ha intenzione di non macchiare la memoria di Marilyn.

Perché la memoria di Marilyn Monroe è un valore della cultura mondiale.

1 commento:

caravaggio ha detto...

i miti non finiscono anche se si tenta d'insozzarne la memoria,e allora oggi bisognerebbe fare una spazzata collettiva..... buona giornata

Quanti siamo ?