domenica 8 giugno 2008

Leonardo in formato digitale






A Vinci ( Firenze ) nella Chiesa di Santa Croce il 7 giugno è stata inaugurata una mostra intitolata “ L’impossibile Leonardo . L’opera pittorica di Leonardo da Vinci nell’epoca della sua riproducibilità digitale “ .
In pratica l’idea , nata alla RAI e organizzata dal Comune di Vinci consiste nell’esporre opere digitali dei principali capolavori di Leonardo sparsi in tutto il mondo ed oggi difficilmente raggruppabili in una unica mostra a causa degli enormi costi assicurativi richiesti ai musei.
Sono esposte al pubblico le riproduzioni in scala 1/1 ad altissima risoluzione quindici capolavori leonardeschi, tra cui la Gioconda, la Vergine delle Rocce, la Dama con l’ermellino, e la celeberrima Ultima Cena del refettorio milanese di Santa Maria delle Grazie. L’esposizione è parte del progetto «Le mostre impossibili», ideato e diretto da Renato Parascandolo, e realizzato presso il Centro di Produzione Tv della Rai di Napoli.
In pratica ogni quadro viene riprodotto per trasparenza su una diapositiva delle dimensioni della tela originale , priva di cornice, retroilluminata da una luce diffusa da quattro faretti e sospesa a un’intelaiatura hi-tech oltre ad essere collocata in una scenografia didattica che illustra contesto storico e genesi di ciascuna opera. Un dato tecnico interessante deriva anche dal fatto che in questo modo, per trasparenza, è possibile vedere cancellazioni sottostanti, dovute ai ripensamenti dell’artista, assolutamente invisibili nel dipinto originale.
Assistiti da critici d’arte e di specialisti del restauro, i tecnici della Rai hanno messo a punto un procedimento di stampa delle diapositive originali che ha consentito di ottenere risultati straordinari comparabili alle riproduzioni ad alta fedeltà per i brani musicali.

Nessun commento:

Quanti siamo ?