lunedì 11 agosto 2008

L'eroe del giorno : Davide Vaiani , "oste " del " Bistrot " di Forte dei Marmi.





Patron di un famoso ristorante della costa versiliese , ha semplicemente detto " no ", con fermezza e garbo, alla richiesta di prenotazione di un tavolo per otto persone.
Una cosa del tutto normale , che acquisisce caratteri di eccezionalità al punto di conquistare spazio per un maxi articolo sul Corriere della Sera dell’11 agosto 2008 semplicemente perché il richiedente era il super miliardario e presidente del Chelsea Roman Abramovich.
Si può dire di no ad un miliardario ? Ebbene si per due motivi fondamentali : prima di tutto perché ( per ora s’intende) la condizione di ultraricconi non ci sottrae alla " livellante " condizione di " umani a termine", in parole povere tutti si deve morire indipendentemente dal reddito ,quindi " tutti uguali " al cimitero come a tavola.
Ma scherzi a parte ( ebbè , ma io sono serissimo ) il buon Vaiani ha reso un ottimo servizio al signor Abramovich , che nessun psicoterapeuta di lungo corso e grosso portafoglio , avrebbe potuto fare di meglio anche con lunghe e ripetute sedute.
Ha ridato speranza e desiderio a qualcuno che credeva di avere tutto.
Immaginate voi con quale paura di perdere tutto !

Nessun commento:

Quanti siamo ?