lunedì 18 ottobre 2010

Al via il turismo spaziale





Fra poco l’onorevole Brambilla dovrà vedersela anche con i problemi del turismo spaziale , dal momento che anche in Italia è possibile effettuare una singolare prenotazione per un volo spaziale !
In realtà l’idea di portare il volo spaziale alla portata di qualche “ turista Paperone “ è venuta per primi ai russi che offrono i voli a prezzi di circa 20 milioni di dollari per sei giorni di permanenza , ma come in tutte le corse spaziali che si rispettino gli americani si sono subito attrezzati e cercheranno di conquistare il primato anche in questo campo.
Non sto parlando della Nasa che di fatto ha bloccato per ora ivoli commerciali sulle proprie astronavi , ma di una compagnia privata la Virgin di proprietà di Sir Richard Branson un miliardario che ha pensato e realizzato una operazione commerciale finalizzata a portare turisti nello spazio ( volo suborbitale ) per provare per almeno 5 minuti l’assenza di gravità alla modica cifra ( si fa per dire !) di 200 mila dollari a testa . Ebbene già 370 clienti hanno prenotato il biglietto per poter vedere una vista mozzafiato, con relative foto da sbattere in faccia ad amici e meno amici che parlano dell’ultimo week-end fuori porta.
Non è uno scherzo .




L’11 ottobre scorso la Virgin Galactic VSS Enterprise (SpaceShipTwo) ( così si chiama l’astronave già costruita ) ha fatto un volo di collaudo realizzando il primo volo manovrato sopra quota 45mila piedi (quasi 14mila metri) dopo essersi sganciata ad alta quota da "Eve", un grosso velivolo modificato WhiteKnightTwo che ha trasportato fino ad una certa altezza il velivolo spaziale.
In cabina di pilotaggio c'erano Pete Sieblog e il copilota Mike Alsbury: in undici minuti hanno potuto verificare la manovrabilità dell'aereo a quelle quote, per poi atterrare nuovamente in California.
La navetta è stata progettata da Burt Rutan, ospita due piloti e due passeggeri ed il volo turistico dura 2 ore e mezzo.
Sono necessari altri test e controlli accurati ma si dice che la Virgin è intenzionata a fare il primo volo già nel 2011 .

Nessun commento:

Quanti siamo ?