venerdì 5 aprile 2013

Corea del Nord : dall'operetta alla tragedia








Avere notizie di “prima mano “ dalla Corea del Nord non è facile , quando poi si pretende che siano anche del tutto attendibili la cosa è quasi impossibile . Ma “ Internet è Grande “ ed ho trovato un sito coreano http://www.kcna.co.jp/index-e.htm che se non altro è l'unico interlocutore possibile di un mondo ermetico che può farci percepire , se non altro, un sapore ed un umore di un posto a noi così lontano prima di tutto dal punto di vista culturale

L'Agenzia Korean Central News è l' agenzia statale della Repubblica popolare democratica di Corea che riporta fedelmente i comunicati stampa emessi dal Partito dei Lavoratori di Corea e dal governo della RPDC.



E 'stata fondata il 5 dicembre 1946, si trova nella capitale della Pyongyang, ha filiali in capoluoghi di provincia e in alcuni paesi esteri. KCNA News è trasmesso ad altri paesi in inglese, russo e spagnolo .

Ho letto un comunicato di minacce nucleari agli Stati Uniti nella loro edizione in lingua inglese e poi ho provato a leggere la versione in italiano ottenuta con il traduttore automatico . Ho effettuato questa semplice prova proprio per riuscire a “ percepire lo spirito “ di queste dichiarazioni agghiaccianti . Ora provate voi .

5 aprile 2013
La Gioventù della Corea mostrerà spirito eroico in confronto con gli Stati Uniti: Portavoce Lega della Gioventù
"Il caro rispettato maresciallo Kim Jong Un preso una decisione definitiva per tutti-out l'azione contro gli Stati Uniti e avanzò una nuova linea strategica di portare avanti contemporaneamente la costruzione economica e la costruzione del nucleare forza armata al marzo riunione plenaria del Comitato centrale del Partito dei lavoratori di Corea. A questo proposito il portavoce del Comitato Centrale del Kim Sung Il Socialist Youth League reso pubblico un comunicato Giovedi.    Milioni di giovani coreani si è rivelato come uno nella guerra santa per annientare il nemico, fedele alla decisione importante fatta dal grande uomo del monte. , dice la nota, e continuò:    l'avanguardia dei giovani, cresciuti sotto la cura degli uomini grandi impareggiabile del Monte. Paektu, è pronto a spianare una montagna, anche una volta che la sede delle questioni rivoluzione un ordine. Questo è il loro spirito e la tradizione orgogliosa.    Il giovane coreano spazzerà via quelli che fanno male alla dignità della direzione suprema della RPDC fino all'ultimo uomo, svolazzare la bandiera del comandante supremo, vessillo di vittoria e di gloria, e tenendo strette le braccia per difendere il leader devotamente.

Stanno aspettando l'ordine finale del Comando Supremo.
Gli imperialisti degli Stati Uniti e le forze fantoccio della Corea del Sud meglio sapere che ci sono milioni di giovani d'avanguardia, i proiettili e le bombe umane piene con lo spirito di annientare il nemico, unita chiudere intorno alla sede della rivoluzione in Songun Corea.    Quando innescare una guerra nucleare a tutti i costi, il giovane coreano, brigata shock del Comandante Supremo, chiaramente mostrare al mondo ciò che le armi reali e la guerra sono come.    Coloro che provocano la giusta causa della Corea del Nord si riunirà solo la morte.    La dichiarazione ha invitato il popolo sud coreano giovani, trasparenti, nel senso della giustizia e ardenti di patriottismo, di girare vigorosamente nella resistenza nazionale contro i movimenti anti-RPDC aggressione degli Stati Uniti e il gruppo fantoccio di traditori che stanno portando il buio nubi di una guerra nucleare da appendere sopra tutta la Corea. "
Con la nostra cultura occidentale e capitalista questa lettura mi ha dato quasi la sensazione di un brano lirico e poetico nella sua drammaticità ,di un mondo non contemporaneo al 2013 tanto da risultarmi perfino eccessivo il dispiegamento di forze aeree, navali e missilistiche che gli USA stanno disponendo nella zona . Un gioco delle parti da operetta , dove culture non contemporanee mettono in evidenza caratteristiche ed interessi neppure confrontabili ma solo rilevabili e visibili dal proprio popolo . Un dialogo tra sordi e ciechi quindi , dove la reciproca presenza può essere vista solo nell'oscuro impatto dello scontro armato.


Nessun commento:

Quanti siamo ?