venerdì 3 maggio 2013

CHANEL N.5 : storia di un mito in mostra a Parigi





Chanel S.A. , è una casa di moda parigina fondata all'inizio del ventesimo secolo da Coco Chanel mentre Chanel Nº 5 è il nome di un profumo della omonima ditta , considerato uno dei più celebri della storia.

Fu la stessa Coco Chanel a chiederne nel 1921 la realizzazione al chimico Ernest Beaux, che miscelò per la prima volta essenze naturali e sintetiche ottenendo un fluido dal profumo oltre che gradevole ed innovativo , molto persistente. I profumi femminili dell'epoca erano basati principalmente sull'essenza di un unico fiore, mentre per Chanel No. 5 si creò un bouquet molto provocante, basato su muschio e gelsomino, odori generalmente attribuiti a cortigiane e prostitute. Tra l'altro va ricordato anche che il profumo conteneva per la prima volta un'aldeide, il 2-méthylundécanal4, tra un totale di 80 ingredienti. Questa aldeide è un composto sintetico con l'odore di arancia. All'epoca gli ingredienti sintetici non erano ancora molto diffusi fra i profumieri.

Anche il suo nome era assolutamente innovativo: Nº 5. Si suppone che Chanel abbia scelto per il profumo questo strano nome dopo avere annusato la quinta boccetta d'essenza di prova che Beaux aveva preparato ,cosa mai confermata , perchè quando le fu chiesto che nome intendesse dare alla fragranza, Chanel rispose:« Ho lanciato la mia collezione il 5 maggio, il quinto mese dell'anno, lascerò che questo numero gli porti fortuna. » A Parigi , presso il Palais de Tokyo , dal 5 maggio al 5 giugno 2013 è stata allestita una mostra dedicata a questo celebre profumo dal titolo ''Un profumo da donna a partire dal profumo di donna'' dove il visitatore potrà assaporare e scoprire nel contesto delle avanguardie artistiche del tempo e della storia d'amore tra Coco e Arthur Capel tutte le curiosità che hanno portato alla creazione del profumo più famoso del mondo.



Tra pubblicita' culto e testimonial d'eccezione, da Marilyn Monroe a Brad Pitt, sono esposti oltre 200 oggetti.

Nessun commento:

Quanti siamo ?