domenica 21 luglio 2013

Le auto a guida autonoma :una risposta alla imbecillità umana dilagante






Per chi viaggia in auto è un ritornello sempre più frequente : " ma chi ti ha dato la patente ? "  Infrazioni macroscopiche , come per esempio persone che percorrono l'autostrrada in senso contrario ,  invasioni di corsia  o pericolose  mancanze di precedenza  dovute all'uso sempre più frequente e smodato di droga ed alcool , oppure patenti concesse  con troppa indulgenza ad autisti un pò troppo vecchi . Ma viene il dubbio di pensare anche ad una regressione collettiva delle capacità intellettive delle persone che rendono molto pericolose le loro interazioni automobilistiche in un traffico sempre più intenso, caotiche e veloce.Una risposta intelligente a tutto ciò sembra potere essere la delega della nostra incolumità alla tecnica evoluta . Ed ecco la nascita delle auto a guida autonoma , quelle tanto per chiarirsi le idee  che si muovono nel traffico  cittadino senza conducente . Dopo i  primi  modelli  sperimentali  i test sulle strade britanniche di auto che a breve entreranno definitivamente sul mercato inizieranno entro il 2013 in base ad un decreto del Governo Britannico. Finora gli esperimenti britannici sui veicoli a guida autonoma hanno avuto luogo solo su strade e aree private. I primi test dovranno avvenire inizialmente con auto a guida semi-autonoma e su strade a traffico limitato. Dovrà, inoltre, essere presente a bordo un guidatore esperto che sia in grado di prendere il controllo del veicolo, se necessario

Nessun commento:

Quanti siamo ?