mercoledì 25 maggio 2016

Nuove proteine fatte in laboratorio: prove di ''creazione''?

La biochimica statunitense Frances Arnold, del California Institute of Technology (Caltech), nel suo laboratorio 'gioca a dadi' con l'evoluzione e crea nuove proteine, i mattoni della vita.
                                                                                                  Frances Arnold

Per questo ha ricevuto il Millennium Technology Prize 2016,il premio internazionale per l'innovazione tecnologica che ha il prestigio di un Nobel e il valore di un milione di euro. Inoltre, come valore aggiunto, è la prima volta che tale premio è assegnato ad una donna.
Le sue eccezionali  ricerche hanno permesso di riprodurre in laboratorio  i processi casuali che avvengono in natura e permettono le mutazioni del Dna che tavolta possono generare proteine nuove, alcune delle  possono tornare utili nello sviluppo di farmaci, così come nella produzione di biocarburanti e nella chimica verde.

Il premio viene assegnato ogni due anni dall'ente indipendente finlandese Technology Academy Finland (Taf) e tra i vincitori ci sono Tim Berners-Lee, al quale si deve la nascita del World Wide Web, l'inventore dei Led blu e bianchi, Shuji Nakamura, e il pioniere delle cellule staminali, Shinya Yamanaka.

Il premio 2016 è stato consegnato ad Arnold durante una cerimonia in Finlandia, a Helsinki, come riconoscimento per i suoi studi pionieristici che hanno aperto la strada alla cosiddetta 'evoluzione diretta', una riproduzione in laboratorio dell'evoluzione naturale finalizzata alla creazione di nuove proteine di migliore qualità.


Inizia la concorrenza alla natura ?

Nessun commento:

Quanti siamo ?