martedì 12 luglio 2016

SABRE: il motore ibrido spaziale




Presentato al Farnborough Airshow  nel Regno Unito il nuovo motore spaziale  SABRE della Rocket Engine Synergistic Air-Breathing che,sollecitata dall'ESA, ha progettato un unico propulsore aria-reazione/razzo .
Alla partenza utilizza  l'aria atmosferica per la prima parte del suo volo in orbita prima di passare alla modalità a razzo per la sua ascesa finale verso lo spazio.  Un progetto già i fase avanzata che potrebbe prevedere le prime prove sperimentali nei prossimi quattro anni.
Il risultato finale di questa tecnologia made-in-Europa porterebbe alla creazione di motori spaziale  a basso costo, perchè affidabili e riutilizzabili.


Nessun commento:

Quanti siamo ?