lunedì 29 agosto 2016

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche ( CNR) ci spiega la sismologia del nostro Paese


Il 24 agosto, un terremoto ha colpito l'Italia centrale, causando la morte di oltre 290 persone e danni ingenti. Le immagini satellitari vengono utilizzati per aiutare le organizzazioni di aiuti di emergenza, mentre gli scienziati hanno cominciato ad analizzare i movimenti della terra.
La penisola italiana è soggetta a terremoti a causa delle linee di frattura create dalla separazione delle placche tettoniche africana ed eurasiatica . La linea di faglia che separa questi due piatti corre a valle delle montagne centrali appenniniche e lungo la costa adriatica d'Italia.





L'analisi delle immagini radar acquisite dai satelliti Sentinel-1A e Sentinel-1B del Programma Europeo COPERNICUS ha consentito ad un team di ricercatori dell'Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA) di ottenere nuove informazioni riguardanti il campo di deformazione del suolo provocato dal Terremoto di Amatrice. 
In particolare, combinando le informazioni ottenute dalle immagini acquisite dalle orbite ascendenti e discendenti dei satelliti Sentinel-1, è stato possibile rilevare sia la componente verticale della deformazione del suolo, sia quella nella direzione Est-Ovest. 
Queste informazioni sono particolarmente importanti per lo studio delle faglie sismogeniche. 

Nessun commento:

Quanti siamo ?