martedì 20 settembre 2016

Questa foto non è stata scattata da un aereo sul delta del Po

In effetti siamo un pò più  lontani. 





La foto è stata scattata con il radar del  Cassini spacecraft e ritrae  il Vid Flumina , un fiume della regione polare nord di Titano  che  sfocia nel Mare Ligeia.
Titano è la più grande luna di Saturno : ha un diametro che è circa il 40%  di quello del nostro pianeta,ha una densa atmosfera e ci sono mari, laghi e fiumi pieni di idrocarburi liquidi (principalmente metano ed etano )  che corrodono la superficie del satellite, più o meno allo stesso modo in cui l'acqua erode Terra. Tutto ciò rende Titano straordinariamente simile alla Terra.
I ricercatori in Italia e negli Stati Uniti hanno analizzato le  osservazioni radar di Cassini da maggio 2013.I canali osservati sono un po 'meno di un chilometro di larghezza, fino a 570 m di profondità e con pendenze più ripide di 40 °.



Questo suggerisce che sono stati scolpiti da metano liquido, che scorre nel fiume principale Vid Flumina, che ha costantemente eroso le pareti del canyon.
Il team  radar di Cassini-Huygens spera di osservare ancora una volta la regione Ligeia Mare e Vid Flumina nel mese di aprile 2017, durante l'avvicinamento finale di Cassini a Titan. La missione è una collaborazione tra la NASA, ESA e ASI Agenzia Spaziale Italia partita il 15 ottobre 1997 che ha permesso all'orbiter Cassini di raggiungere   Saturno il 1º luglio 2004 quando ha avviato le prime attività di mappatura della superficie di Titano attraverso strumenti radar. Il primo sorvolo diretto del satellite è avvenuto il 26 ottobre 2004 ad una distanza record di appena 1 200 km dall'atmosfera titaniana.



Dalla sonda madre è stato sganciato il modulo di terra Huygens, privo di motori, che il 14 gennaio 2005 si è tuffato con successo nella densa atmosfera di Titano raggiungendone la superficie dopo una discesa di circa due ore.

Nessun commento:

Quanti siamo ?